• Maura Perra

Polpo alla Luciana

Aggiornamento: ago 23

La foto che ho postato ieri su IG ha riscosso tanto successo e in molti mi avete chiesto la ricetta del Polpo alla Luciana.

Ecco quindi per voi questa semplice ma gustosissima ricetta!

L'unico accorgimento che mi sento di segnalare è di prestare attenzione al tempo di preparazione. Infatti questa ricetta richiede circa 2 ore, quindi organizzatevi di conseguenza!


Ingredienti (per due persone):

  • 500 gr di Polipetti o Polpo

  • 300 gr di Pomodorini datterini o ciliegini di stagione (oppure polpa di pomodoro)

  • 2 cucchiaini di concentrato di pomodoro

  • 1 spicchio di aglio

  • Peperoncino rosso a piacere (io ne ho messo una puntina)

  • Prezzemolo q.b.

  • 50 gr di Olio EVO

  • 15 gr di capperi

  • 50 gr di olive nere

  • 25 gr di olive taggiasche

  • Acqua q.b.

  • Sale q.b.


Procedimento

Iniziare preparando tutti gli ingredienti.

Pulire il polpo (o i polipetti), levando l'intestino, gli occhi e il dente, e risciacquare bene.

Lavare i pomodorini e tagliarli a metà.

Pesare le olive e i capperi.

Sbucciare l'aglio, tagliarlo a metà e togliere l'anima.

Tritare le foglie di prezzemolo e tenere i gambi interi per il soffritto iniziale.

Prelevare il quantitativo di peperoncino desiderato. Io ho usato un peperoncino rosso secco e ne ho tagliato la puntina finale, che ho usato insieme a giusto due semini.


In una pentola capiente, meglio se un tegame di terracotta, versare l'olio extra vergine d'oliva, aggiungere l'aglio, il peperoncino e i gambi di prezzemolo e farli rosolare.

Aggiungere il polpo e farlo rosolare fino a quando non diventa bello rosso.

Rimuovere i gambi di prezzemolo ed eventualmente l'aglio, ed aggiungere i pomodorini.

Versare un goccio d'acqua, aggiungere il concentrato di pomodoro, i capperi e le olive, e mescolare con un mestolo di legno.

Coprire con un coperchio e lasciar cuocere per 90 minuti, girando di tanto in tanto.


Terminata la cottura, aggiungere il sale ed eventualmente una spolverata di pepe, ed infine il prezzemolo tritato.

Questo piatto può essere usato come antipasto caldo, accompagnato magari da dei crostini di pane o del croccante pane Guttiau, oppure come ragù di mare per una pasta fresca come gli scialatielli napoletani o le lorighittas sarde.

Per fare il ragù, far sfreddare il polpo, tagliuzzarlo in piccoli pezzi e portare nuovamente ad ebolizione prima di condire la pasta.


37 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti