• Maura Perra

Il Bollito che si crede un Arrosto

Aggiornato il: 27 set 2020

Con l'arrivo dell'autunno, arrivano anche i primi raffreddori ed uno dei classici rimedi della nonna è sicuramente la minestrina col brodo fatto in casa.

Ma quanto è buona la minestrina nelle fredde giornate di pioggia? E il bollito?

Eh già... Tutto buonissimo, ma che mi dite di quando avanza po' di quella carne lessa usata per il brodo e non abbiamo voglia di mangiarne ancora perché ci ha già stufato?

Sì, perché, ammettiamolo, il bollito non è che pecchi di golosità! Troppo leggero, troppo "salutare"! Vogliamo davvero metterlo a confronto con un bell'arrosto?? Ecco, appunto!

E allora come possiamo dare più sapore al bollito, facendolo quasi passare per un arrosto?

Scopriamolo insieme!

Ingredienti:

  • 300 gr di muscolo di manzo + 3 cosciotti di pollo

  • 1 carota

  • 1 cipolla

  • 1 gambo di sedano

  • vino bianco (io uso la Vernaccia di Oristano)

  • 1 rametto di rosmarino

  • aromi per arrosto e sale q.b.

Procedimento:

Prendere la carne che è stata usata per fare il brodo, va bene sia il manzo che il pollo, e sfilacciarla.

Prendere poi le verdure, anch'esse fatte bollire insieme alla carne, e tagliare la carota, il sedano e la cipolla a pezzetti.

In una padella larga versare un po' d'olio evo e far rosolare prima le cipolle e poi, una volta dorate, la carota e il sedano.

Dopo circa cinque minuti, aggiungere la carne e il rosmarino. Se è necessario, aggiungere un po' di olio.

Versare quindi mezzo bicchiere scarso di vino e farlo sfumare.

Aggiungere infine gli aromi per arrosto ed eventualmente il sale. Per creare un po' più di sughetto, è possibile aggiungere dell'acqua.

Lasciare quindi che tutti gli ingredienti si amalghino tra di loro per qualche minuto e poi spegnere il fuoco, impiattare e servire.



Variante! Se volete dare un sapore più "rustico" alla carne, è possibile far rosolare prima delle cipolle uno spicchio di aglio tagliato a metà e privato dell'anima, aggiungere in cottura un cucchiaino di capperi e, una volta sfumato il vino, aggiungere della crema di aceto balsamico, sale quanto basta e una manciata di prezzemolo tritato.

Una volta pronto, impiattare aggiungendo un'ultima volta un po' di salsa di aceto balsamico.

125 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti